Marble & Shop: il lusso del marmo di Barneys a Beverly Hills

Marble & Shop: il lusso del marmo di Barneys a Beverly Hills

Una mecca del lusso, un luogo dove stile e bellezza si incontrano dando vita a uno spazio unico nel suo genere.

Stiamo parlando dello store di Barneys a Beverly Hills, in California che, dopo essere stato sottoposto ad un makeover nel 2014, si è adornato di marmo grigio e dettagli raffinati per accogliere i propri clienti con singolare eleganza. Il negozio è stato recentemente chiuso a causa del cambiamento del mercato retail, tuttavia, vale ancora la pena parlarne, con la speranza che l’edificio possa presto rinascere a nuova vita.

la storia di Barneys

Barneys New York Inc. è nato nel 1923 a New York: creato da Barney Pressman, inizialmente si è proposto alla clientela come negozio di abbigliamento maschile che vendeva articoli a prezzi scontati, ed è considerato il primo retailer di Manhattan ad aver utilizzato la radio e la tv per mandare in onda spot pubblicitari negli anni ’30. È nel corso degli anni ’60, e grazie all’aiuto del figlio di Barney, Fred, che il negozio ha avviato la sua transizione verso le linee di lusso (sempre da uomo, l’apertura all’abbigliamento femminile si ha invece nel 1976), diventando fin da subito un punto di riferimento per lo shopping dei newyorkesi; è stato il primo store, ad esempio, ad importare i capi di Giorgio Armani in America. Negli anni, si è affermato come uno dei retailer preferiti dal mercato americano, aprendo negozi in tutto il paese (quello centrale in Madison Avenue ha detenuto, fino agli anni ’90, il record di store più grande di New York dai tempi della Grande Depressione) e offrendo alla clientela la possibilità di acquistare una vasta gamma di articoli dei maggiori brand di lusso. Lo store in Madison Avenue è stato citato e visto anche in serie TV di successo come “Will and Grace” e “Sex and the City”.

lo store di Bevery Hills e gli elementi in marmo

Aperto negli anni ’90, lo store di Barneys a Beverly Hills ha conquistato il cuore della clientela californiana fin dal primo istante. Nel 2014, si è deciso di migliorare ulteriormente la sua estetica affidandolo alle cure dell’architetto Steven Harris (fondatore dello studio Steven Harris Architects a New York), con la collaborazione di suo marito, Lucien Rees-Roberts, per un makeover contemporaneo. A lasciare a bocca aperta coloro che visitavano tale gioiello erano sicuramente due ambienti: il primo piano (adibito alle calzature femminili, agli accessori e ai gioielli) e il quinto (dedicato alle calzature maschili e alla sezione di abiti su misura), resi eleganti e sontuosi dalle superfici in pietra grigia, tra cui il marmo, usato per i pavimenti e che, combinate ai dettagli in metallo dell’arredamento, donano allo spazio un tocco senza tempo, che risulta comunque moderno. I displayer in vetro, sia curvilinei che angolari, e le mensole aperte sono state poste in modo strategico per lasciare lo spazio arioso, dando così alla clientela la possibilità di girare tra i vari corner avendo la percezione di trovarsi in un ambiente estremamente ampio.
Un altro elemento in marmo notevole è la scalinata che conduce al secondo piano, simbolo da sempre dei negozi Barneys, in tinta con il resto dell’ambiente e che richiama le scalinate delle residenze di lusso.
Il marmo, sempre nelle tonalità del grigio, caratterizza poi gli elementi d’arredo del FREDS Restaurant and Kitchen, situato al quinto piano dello store: è infatti il materiale usato per il bancone del bar e i tavoli, un tocco di classe distintivo della catena di ristoranti FREDS, che si ritrovava in ogni store di Barneys. L’utilizzo della pietra e di una gamma cromatica costante ha reso Barneys Beverly Hills l’apoteosi dell’eleganza e del minimalismo, indispensabile per mettere in risalto ogni articolo esposto: “La nostra sfida maggiore è stata quella di realizzare uno spazio pulito e glamour che potesse contenere centinaia di migliaia di prodotti che, in molti department store, creano un ambiente confusionario” hanno affermato gli architetti a capo del progetto.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email