Living Marmo: La casa vacanza di Fabbricanove

Living Marmo: La casa vacanza di Fabbricanove

Un passato industriale in tempi di guerra, oggi una moderna villa con piscina, la casa vacanze a Forte dei Marmi realizzata dallo studio Fabbricanove nel 2015, è un progetto che dona nuova linfa vitale a un’area travagliata da trascorsi storici che riscopre anche la collaborazione tra progettisti e artigiani.

Un look moderno che guarda al futuro ma caratterizzato da elementi artigianali che risaltano le maestranze italiane e nello specifico quelle toscane. Lo studio Fabbricanove definisce il progetto come l’esaltazione delle “caratteristiche di una residenza estiva, attraverso l’integrazione tra spazi aperti e ambienti domestici”.

La casa vacanze di Forte dei Marmi è composta da due volumi sovrapposti: il primo, disposto a L intorno al patio di ingresso con coperture piane pedonabili, è quadrato, bianco, ed ospita le camere destinate agli ospiti, la zona living e la cucina; caratterizzato da un ritmo ordinato delle finestrature, il volume si “rompe” e si apre in prossimità dell’ingresso per creare continuità con l’esterno e il giardino. Il secondo volume, al livello superiore, che si poggia sul precedente, con tetto a falda inclinata, si presenta grigio e compatto, come se fosse una sorta di monolite di pietra a dominazione e protezione del giardino, richiamando al tempo stesso le cromie delle Alpi Apuane. Il secondo livello ospita la zona notte e presenta una grande loggia, che appare quasi come uno scavo nella pietra, dove si aprono le finestrature più ampie.

La villa racchiude e unisce diversi materiali cromatici e componenti che sono in armonia tra loro, secondo un disegno complesso che ricrea una calda atmosfera mediterranea accentuata e arricchita dalla luce naturale che riesce ad entrare attraverso le numerose vetrate. Tutte le finestre sono in legno con finitura naturale, lo stesso per le ante a cui è stata aggiunta una finitura laccata bianca. All’interno la luce naturale è accolta anche dalla pavimentazione che ne aumenta il “calore”: infatti lo studio per mantenere l’armonia ha utilizzato delle placche luminose di travertino, la famosa roccia che per la sua resistenza nel tempo è tra le più utilizzate per le pavimentazioni. La palette di colori ha un effetto armonico di sfumature tenui nei toni del bianco avorio, del beige e del grigio. Al piano superiore invece sono stati utilizzati pannelli ceramici di un colore che tende ad assomigliare, come detto, alle sfumature grigiastre delle vicine alpi apuane.

Gli ambienti interni sono definiti da linee pulite e rigorose che esaltano il legame tra la natura e lo spazio costruito. Diversi materiali come acciaio e legno si alternano, tra pezzi unici realizzati su misura, opera di artigiani e falegnami, e elementi tipici del design moderno come la libreria posizionata al piano terra accanto alla scala bianca in acciaio. Il minimo comun denominatore rimane il travertino che accompagna questa danza armoniosa di materiali che si scambiano.

Lo studio di architettura Fabbricanove fondato nel 2009 a Firenze da Enzo Fontana, Giovanni Bartolozzi e Lorenzo Matteoli, nasce con l’obiettivo di indagare linguaggi e nuove sostanze del progetto contemporaneo. Non solo attività di progettazione e costruzione ma anche l’educazione è fondamentale per lo studio che in ambito universitario è attualmente impegnato in diversi incarichi pubblici e privati. Nel 2009 ha vinto il primo premio al concorso per la riqualificazione del Forte San Pietro di Livorno. Nello stesso anno è risultato tra i vincitori del concorso “La casa del III Millennio” per cui ha realizzato e prototipato il modulo “Luna 9”, esposto in più occasioni in mostre ed eventi.

Photo credit: Filippo Romano