Hotel & Marble: l’uso del marmo negli hotel di lusso

Hotel & Marble: l’uso del marmo negli hotel di lusso

Da sempre considerato un materiale di prestigio e di eleganza, il marmo ancora oggi viene utilizzato nella decorazione di hotel di lusso in tutto il mondo, che ne sfruttano le sue numerose varietà e la sua versatilità, rendendolo un materiale di riferimento per la costruzione e l’arredo di tali spazi.

Il settore alberghiero infatti, vede spesso interior designer e architetti reinterpretare il marmo e gli elementi marmorei, per adattarli al gusto estetico del momento, rendendo iconiche, nell’immaginario collettivo, lobby, stanze e arredi degli alberghi, introducendo così nuovi trend poi ripresi da diversi settori.

Il marmo presente nei progetti alberghieri (soprattutto di lusso) è sinonimo di qualità e unicità e rimane tutt’oggi il rivestimento estetico preferito, nonostante le innovazioni tecnologiche abbiano portato sul mercato soluzioni alternative per i rivestimenti di interni.

Se pensiamo al marmo negli hotel, le prime immagini che vengono in mento sono le maestose lobby (atri) che accolgono i viaggiatori, dando inizio a nuove esperienze. Come il Fontainebleau di Miami, famoso per il pavimento in marmo bianco e nero con un pattern dal sapore moderno; il Waldorf Astoria Hotel – Roosevelt New Orleans con mosaici in marmo risalenti alla struttura originale costruita oltre un secolo fa o il Raffles Singapore, uno degli hotel più maestosi del mondo, caratterizzato da una hall in stile classico che non potrebbe esistere senza l’immacolata pavimentazione in marmo bianco.

Inizialmente il focus dell’utilizzo del marmo nel settore alberghiero era centrato sulla pavimentazione delle hall, con il tempo altre aree ed elementi di arredamento sono stati oggetto di design marmorei, come i piani d’appoggio dei ristoranti e bar che, come le struttura alberghiera che li ospitano, aggiungono quel tocco di eleganza che caratterizza queste strutture di lusso.

Anche i bagni sono spazi spesso progettati con pareti e sanitari in marmo. Il bagno della stanza dell’hotel è una delle prime cose che l’ospite osserva e analizza e l’utilizzo di questo materiale è, come noto, di forte impatto visivo e fa sì che il viaggiatore possa sentirsi immediatamente coccolato dall’eleganza e dal lusso. Attenzione però: se da un lato l’utilizzo del marmo in bagno nel settore alberghiero è un trend in crescita, è altrettanto in crescita la statistica legata alle cadute degli ospiti nei bagni degli hotel a cause di superfici troppo lisce e lucide. Ecco quindi che nella progettazione degli spazi e nella scelta dei materiali per la realizzazione di strutture ricettive, qualunque sia la tipologia, non solo è fondamentale fare un’analisi accurata per individuare il target di riferimento e ideare di conseguenza il concept vincente, ma lo è anche la funzionalità, che si esprime attraverso la scelta di buone soluzioni spaziali e finiture adeguate e sicure. Inoltre, sia per i locali comuni che per le stanze private, è importantissimo scegliere finiture di livello, resistenti all’usura e di facile pulizia.

La scelta delle finiture in un progetto di hotellerie è importantissima, le superfici giuste sono fondamentali per ricreare un ambiente che faccia star bene gli utenti e che allo stesso tempo crei lo sfondo allo storytelling ideato per questa struttura, rendendo così l’esperienza indimenticabile.

Non solo pavimenti, rivestimenti di pareti e piani di appoggio, anche oggetti di arredo di dimensioni più ridotte come lampade e soprammobili contribuiscono all’atmosfera di lusso che avvolge questo tipo di hotel.
Il marmo diventa quindi parte integrante dell’esperienza di viaggio, arricchendolo di ulteriore bellezza e donando un tocco di eleganza intramontabile, ma contemporanea allo stesso tempo.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email